Fave

proprietà, benefici, caratteristiche


Fave

Legumi di origini asiatiche con pochi grassi, ricche di fibre e proteine vegetali e di colore verde chiaro. La pianta arriva fino ad un'altezza di 140 cm, al suo interno i baccelli misurano non più di 25 cm e contengono 5 - 10 semi.

L'alto contenuto di proteine e le notevoli proprietà salutari e nutrizionali hanno fatto sì che per lunghi periodi sia stato uno dei cibi consumati dai poveri anche per via del prezzo economico, e della facilità di coltivazione.

Come tutti i legumi piuttosto propensi alla conservazione è possibile reperirle sul mercato sia fresche ma anche essiccate e congelate.
Un grosso punto a favore delle fave sta nel fatto che possono essere consumate fresche, mantenendo così le non poche proprietà nutrizionali che vantano.
Particolarmente apprezzate accompagnandole con il formaggio pecorino e, in alcune zone d'Italia, al formaggio "baccellone" chiamato così proprio per l'affinità di sapori con i baccelli delle fave.

Con un altissimo contenuto di acqua (circa l'85%), fibre, proteine, e pochissimi grassi (0,5%) sono un cibo ipocalorico (70 Kcal per 100 grammi per il prodotto fresco) che ci aiuta per la diuresi e per la motilità intestinale.
Numerosi anche i minerali presenti tra cui spicca il ferro, potassio, fosforo, calcio, sodio, magnesio, rame, selenio e le vitammine soprattutto la C, del gruppo B, la vitamina A ed E.

L'unica controindicazione, peraltro molto grave, è nota a chi soffre di "favismo"; questa patologia ereditaria corrisponde al deficit dell'enzima G6PD il quale, nei casi più gravi, può portare alla distruzione di circa la metà dei globuli rossi (anemia emolitica).